www.elegantya.com


Vai ai contenuti

Menu principale:


Regalami un bacio

Racconti brevi - Short stories

Regalami un bacio…

…uno, anche piccolo, magari donato distrattamente, un semplice bacio e scatenerai in me, tempeste di parole colorate e di strofe mai cantate…
Regalami un bacio, uno di quelli più semplici, di quelli da non perderti nel star dietro a pensieri più audaci, ed io veglierò su di te, quando le stagioni cambieranno, quando i freddi inverni ti rattristeranno… io porterò sorrisi e nuove storie da raccontar dinnanzi al caldo trepidar della legna accesa del camino, dove le piccole fiammelle del focolare, inventeranno una danza per te.
Regalami le tue labbra per un solo istante, quanto io possa assaggiar il sapor del miele di cui son fatte e assaporar, la morbidezza della tua bocca colorata di rosso ciliegia, come preannunciassero una nuova ma diversa primavera, dove sarò anche contento di morir felice così, per te.
Porgi sulle mie di labbra, il tuo saluto migliore, dove l'ho atteso da tanto e lontano tempo, per risvegliar in me, quel che significhi esser uomo…
Regalami un tuo bacio ed io ti costruirò un rifugio nel mio cuore e quando ti sentirai stanca o le tue orecchie avran voglia
d' ascoltar il silenzio, potrai varcar la soglia, entrando in quel che ti ospiterà.
Li troverai ad accoglierti la mia serenità e quiete, cui ne diverrò il guardiano che sorveglierà quell'uscio, difendendo i tuoi sonni, che nessuno disturberà…
Per te lascerò una lanterna accesa, poiché tu possa ritrovar la strada che conduce al tuo rifugio segreto, dove alcuna parola ne verrà mai fatta …
Regalami un tuo bacio, son certo che non te ne pentirai giacché da esso comprenderai quel che a voce è impossibile udir…
E se tu dovessi esser tanto distante da me, che i miei occhi stanchi, non possano ammirar il tuo dolce silenzio, scrivi su candide pagine, il tuo bacio per me… in cambio donerò mille anni di segreti mai svelati, dove tu ne diventerai custode infine.
Ma talvolta e assai difficile fare a meno d'un bacio, che ti rallegri il giorno e ti conceda la notte… un tuo bacio che mi parli di te, del tuo tempo andato e dei sogni a venire… un tuo bacio
leggero come il profumo di delicati fiori che sboccian al primo sole che scalderà, dopo i rigidi freddi dell'inverno innevato appena trascorso, l'anima mia…
Un tuo bacio… non chiedo null'altro, per appagar la mia sete d'emozioni che sgorgan dai pensieri miei, come cento fontane che crean giochi d'acqua per te e dove tu, incantata nel veder tante fantasiose figure, con uno sguardo, mi concedi d'abbracciar il cuore tuo...
Donami un bacio, come una tenera carezza sul mio viso segnato dal tempo inesorabile, dove le miei rughe raccontan quanto o conosciuto…
Ma… se negherai il dolce bacio che attendo, per scaldar nuovamente un cuore triste e infreddolito dagli eventi, aprirò allora, le mie braccia nell'ombra delle sere che torneranno a far compagnia a chi, scioccamente convinto, attente senza saper cosa e senza saper chi… dall'infinito giungerà…

Mavè



Torna ai contenuti | Torna al menu